BLACKKKLANSMAN


Come spettatori oggi siamo abituati a essere spiazzati e depistati, tra cambi di registro e rimescolamenti di generi. Il merito è anche di Spike Lee e di una carriera gestita, pur tra altissimi e bassissimi, mantenendo un elevato livello di temerarietà e iconoclastia.

Storia incredibile ma vera, il film di Spike Lee è un'opera incendiaria che segna il ritorno (alla grande) dell'autore afroamericano. Premiato a Cannes e ora al cinema









0 visualizzazioni